Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.ottoborghicostadeicedri.it/htdocs/administrator/components/com_sh404sef/sh404sef.class.php on line 421

Warning: Creating default object from empty value in /home/mhd-01/www.ottoborghicostadeicedri.it/htdocs/administrator/components/com_sh404sef/sh404sef.class.php on line 421
Comune di Grisolia - Ottoborghi Costa dei Cedri

Tu sei qui:

 

Calendario Eventi

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
AGOSTO 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Grisolia in foto

Come Raggiungere Grisolia

Grisolia

Comune di Grisolia

Cosa cercare...?

 

icon

LIDI BALNEARI

icon

DORMIRE

icon

MANGIARE

 

 

 

Cosa cercare...?

 

icon

LIDI BALNEARI

icon

DORMIRE

icon

MANGIARE

 

 

 

Grisolia

Area Comunale

Grisolia (CS)Altimetria: 460 m.s.l.m.
Abitanti: grisolioti
Superficie: 10 kmq
Popolazione: 2700 abitanti
Ubicazione: Alto Tirreno Cosentino
CAP: 87020 - Prefisso: 0985
Sito web: www.comune.grisolia.cs.it

Il borgo si trova in una splendida posizione panoramica. Posto sull’orlo di un vallone, in un solo sguardo abbraccia costa e mare, verdi valli ed imponenti montagne, il pittoresco borgo di Maierà. Bizantina di impianto, il suo nome pare che provenga dal greco, e che significhi “oro”. Il corredo delle sue Chiese e del Santuario di San Rocco, nel cuore del centro storico, è ricco e suggestivo. Il borgo si sviluppa un intrigo di vicoli, scale, archi e supporti, in gergo "SPUORTU" (tratti coperti del centro antico, nati dalla necessità di costruire, anche per motivi di difesa, le case l'una sull'altra). Le case, attaccate le une alle altre - fra spuortu e spuortu - fanno da complemento al Santuario di San Rocco, meta di pellegrinaggio soprattutto nel mese di agosto.

Territorio

Il Territorio di Grisolia

Grisolia, CalabriaE’ un comune del Parco Nazionale del Pollino che si sviluppa, dal mare ai monti, su di una superficie piuttosto estesa (47 Kmq), confinando con i Comuni di Buonvicino, Diamante, Maierà, Mottafollone, San Donato Ninea, San Sosti, Santa Maria del Cedro e Verbicaro Il territorio è estremamente eterogeneo, estendendosi dal litorale sul Mar Tirreno, frazione Acchio, alla vetta del Monte La Mula, quota 1.900 m s.l.m., la più alta raggiunta da un comune italiano con sbocco al mare. L’abitato, a circa 9 Km dalla costa, si trova in una splendida posizione panoramica. Arroccato su di un colle (460 m.s.l.m.), dall’alto del quale si gode di una fantastica vista sulla valle (vallone Vaccuta), sul mare e sul vicino abitato di Maierà, il borgo, d’impianto medioevale, si sviluppa in un intrigo di vicoli, scale, archi e supporti (in gergo "SPUORTU") che dominano la visione prospettica delle stradine, mentre le case signorili o i palazzetti, ornati all’imposta dei tetti dai coppi disposti in filari multipli, portano il segno delle differenti epoche. Architettura minore, anche quella nobiliare, cui la mano dell’artigiano ha dato vita alternando all’uso della pietra e del mattone di fornace, l’uso del legno e del ferro lavorato per le finiture. Le case, attaccate le une alle altre - fra spuortu e spuortu - fanno da complemento al Santuario di S. Rocco, meta di pellegrinaggio soprattutto nel mese di agosto. Nodo nevralgico della via Istmica Ionio-Tirreno, In epoca romana il territorio fu teatro di numerosi eventi: il pianoro di Pantanelli fu tappa obbligata nel passaggio da Sibari o Crotone alla città di Laos, perciò porta dell'Occidente per tutti i grecofoni. Proprio sul pianoro di Pantanelli si insediarono, probabilmente, i primi abitanti di Grisolia. In epoca medioevale il territorio fu percorso e frequentato dai monaci Basiliani che in tutta l’area ebbero a costituire la regione del Mercurion costruendo eremi e santuari. La marina di Grisolia si propone al turista con spiagge ampie e sabbiose, abbastanza pulite fino alla riva. In molti tratti la spiaggia è finissima, quasi polvere, adatta per curare artrosi e reumatismi. Le acque ancora limpide e non inquinate esercitano un forte richiamo. Le richieste di soggiorno, difatti, nel periodo estivo aumentano di anno in anno, e la ricettività si amplia e migliora sempre di più. Motivo di richiamo è la pesca, diurna e notturna, di specie che popolano i fondali sabbiosi.

 

Accessibilità

Comune di GrisoliaUtilizzando la linea ferroviaria a lunga percorrenza si arriva alla stazione di Scalea; con l’autostrada A3 per chi viene da nord uscita Lagonegro/Maratea per chi viene da sud: A3 uscita Falerna; con la strada statale SS 585 - SS 18 per chi viene da nord e la SS 18 per chi viene da sud. L’accessibilità al centro è data da una strada locale di collegamento con la SS 18. In prossimità del centro storico è ubicato un parcheggio per auto e pulman. La fruizione del centro risulta difficoltosa per la presenza di numerose rampe e scalinate.

Economia

L'economia di Grisolia

Arcate Palazzo Ducale GrisoliaIl turismo stagionale ed il commercio sono le principali fonti di reddito del paese. In estate, la popolazione aumenta considerevolmente, garantita da un discreto sistema ricettivo e della ristorazione. Il settore del commercio, spinto dai flussi turistici, è in crescita. Nel comune esiste una fabbrica di cucine che distribuisce i propri prodotti in tutta Italia. In località Anania, è attiva una cava di pietra calcarea (utilizzata sia per interni che per esterni) che viene venduta agli stabilimenti sulla costa. Il settore dell' agricoltura è caratterizzato dalla produzione del vino e dalla coltivazione del cedro (le piante di questo agrume, molto richiesto dai rabbini, crescono alla Marina). Il lavoro agricolo serve tuttavia ad integrare i proventi del lavoro primario, specie se impiegatizio. Quasi l'80% delle famiglie possiede un piccolo terreno che coltiva in proprio. L'artigianato locale, sta scomparendo con gli ultimi falegnami e calzolai in attività.

Risorse

Risorse Naturalistiche

Grisolia, Natura Il territorio appartiene al complesso montuoso dei monti di Orsomarso e Verbicaro.

√ Località Pantanelle (area pic-nic) vi si trova un colossale castagno di 10 metri di circonferenza. Appartiene ad un castagneto oramai distrutto denominato “Scilavrune”.

√ Bosco il Monte, Fiume Abatemarco, Torrente Vaccuta, Torrente Chiurera, Torrente Serravecchia.

√ Varco del Palombaro, Punta Limite, Acqua Pedarrone, Pineta in località Serra (area pic-nic).

 

Attrattori

La Montagna

La MulaLa Mula domina i monti e le valli. Dalla sua cima innevata per buona parte dell’anno è possibile vedere, insieme, il mar Tirreno ed il mare Ionio, se non c’è foschia anche le isole Eolie. Stupendi paesaggi si estendono fino al pianoro di Pantanelli con area attrezzata, famoso per le sue sorgenti e i due piccoli altopiani del sagittario e di Sette Frati. La flora è ricca di piante e di fiori tra cui le orchidee selvatiche, la belladonna, il timo, l’origano, il lampone, la fragola. La fauna conserva ancora esemplari altrove scomparsi come il capriolo autoctono, il lupo ed il gatto selvatico. Numerosi i sentieri di trekking per gli appassionati di montagna con possibilità di sosta nell’area attrezzata a pic-nic di Pantanelli. Dal punto di vista naturalistico, la valle del fiume Serravecchia, di facile percorrenza, rappresenta uno degli itinerari più interessanti.

 

Grotte Rupestri

Grotta di San Michele GrisoliaAlcuni reperti archeologici trovati nella grotta di San Michele datano le origini dell’abitato tra l’età Neolitica e l’età del Ferro; la presenza di altre grotte rupestri nel territorio testimoniano uno stanziamento di monaci italo - greci in età medioevale. Questo è un segno importante che trova altre localizzazioni in zona, ad esempio sulla strada che conduce dal Comune di Sangineto a quello di Santa Domenica Talao, dove altre grotte hanno avuto uguale destino. I romitori basiliani sono per questo territorio molto importanti, tracce dei significati religiosi entro lo sviluppo delle popolazioni e del radicamento di questi rispetto agli ambienti naturali che ne caratterizzano gli insediamenti.

Numeri utili

Numeri telefonici utili

 

Comune: 0985 83645

Polizia locale: 0985 83152

Guardia Medica: 0985 83200

Galleria Fotografica

Galleria Fotografica Ottoborghi

Galleria Video

Galleria Video Ottoborghi

Guida agli Itinerari

Itinerari